Il Cngei, da sempre sensibile ai bisogni della cittadinanza in caso di calamità naturali e pronto a dare il proprio contributo nell'affrontare piccole e grandi emergenze, si è dotato di un Piano operativo per gli interventi di Protezione Civile.

 

In Liguria questa sensibilità e questa disponibilità sono particolarmente importanti, vista la fragilità del nostro territorio e la frequenza con cui purtroppo si ripresentano, soprattutto nella stagione autunnale, i fenomeni alluvionali.

 

PREMESSA


- Le azioni dei soci adulti del Cngei sono rivolte in modo esclusivo ai giovani. L’impegno del Cngei in Protezione Civile deve essere visto quale strumento educativo per sensibilizzare i giovani alla cultura della sicurezza e a un futuro servizio sia in caso di emergenze, sia all’interno dell’associazione (rivolto alla sicurezza nelle attività e per le sedi e luoghi di attività)
- Solo i
soci adulti possono svolgere attività di Protezione Civile nella fase di emergenza. I soci giovani possono partecipare alle attività di Protezione Civile nella fase post-emergenza, nell’ambito di attività autorizzata dagli organi competenti (interni ed esterni all'associazione)
- Il Cngei richiede ai soci adulti una specifica
formazione nell’ambito della Protezione Civile in maniera tale da rendere proficua l’azione educativa.

 

I NOSTRI COMPITI

 

In caso di intervento di Protezione Civile, i soci adulti del Cngei sono chiamati a svolgere compiti legati alle attività di sostegno socio assistenziale, tecnico e logistico, con particolare riguardo alle esigenze dei più deboli (bambini e anziani).

 

Ecco alcuni esempi di attività che sono state svolte o che potrebbero essere svolte dalla nostra associazione in varie situazioni di emergenza o calamità:
- Assistenza e animazione dei bambini
- Assistenza ad anziani
- Aiuto nell’installazione tecnica delle tendopoli
- Organizzazione e gestione dei magazzini di materiali e viveri
- Supporto alla gestione e distribuzione di viveri
- Servizio centralini telefonici, centralini radio e comunicazioni in genere
- Assistenza e servizio nei centri di raccolta dati.

 

LE FIGURE DI RIFERIMENTO

 

A livello nazionale, la figura che rappresenta l'associazione ed è responsabile del coordinamento e dell'organizzazione della Protezione Civile è il Responsabile Nazionale di Protezione Civile (RN-PC), nella persona del Presidente Nazionale o suo Delegato.

Egli cura il collegamento con i Commissari Regionali, anche per ottenere un quadro complessivo aggiornato delle disponibilità e dell'organizzazione. 

L'RN-PC si avvale di un Gruppo di Lavoro (GdL-PC), al cui interno viene individuato il Responsabile di Sala Operativa (R-SOP): quest'ultimo è colui che riceve le richieste di intervento da parte del Dipartimento della Protezione Civile e può decidere di attivare una Sala Operativa (SOP), se ritiene che l'emergenza o la calamità necessitino, per la loro gravità, di una presenza continuativa nelle 24 ore o nei giorni festivi.  

A livello locale entrano in gioco del figure del Commissario Regionale e del Responsabile di Sezione di Protezione Civile (RS-PC).

 

Ruolo e compiti del Commissario Regionale

 

- E' il responsabile degli interventi in caso di emergenze o calamità che avvengano nella propria regione ed opera in stretto contatto con il RN-SOP e con i Presidenti di Sezione o RS-PC (ove esistono) delle Sezioni direttamente coinvolte

- Consiglia l'iscrizione delle Sezioni agli albi di Protezione Civile Comunale o Regionale

- Cura i contatti con i Presidenti di Sezione o RS-PC, stimolando gli stessi a svolgere attività di divulgazione, informazione e formazione inerenti la Protezione Civile
- Mantiene gli opportuni contatti con le autorità e gli Enti con compiti di Protezione Civile a livello regionale e con le eventuali strutture regionali delle associazioni di volontariato
- Predispone le ipotesi di intervento in collaborazione con le Sezioni e programma per quanto possibile le attività regionali legate alla Protezione Civile
- Può avvalersi di un Gruppo di Lavoro regionale di Protezione Civile e può delegare i suoi compiti per regioni geografiche, dandone comunicazione alla Segreteria di Sede Centrale.

 

Ruolo e compiti del Responsabile di Sezione PC (RS-PC)


- E’ il Presidente di Sezione o suo Delegato

- Cura l’iscrizione della Sezione agli albi della Protezione Civile Comunale o Regionale

- Coordina e stimola le disponibilità all’interno della Sezione

- Comunica al RN-PC l’elenco delle disponibilità da inserire nel registro nazionale dei volontari di Protezione Civile dell’associazione, curandone il costante aggiornamento

- Diffonde la conoscenza dei documenti di riferimento e, in particolare, del Piano Operativo

- Cura l’aggiornamento dei documenti atti a comunicare ai datori di lavoro l'appartenenza dei propri soci alla struttura di Protezione Civile del Cngei, al fine di poter usufruire dei permessi di lavoro, come previsto dalla legislazione vigente, richiedendo al GdL-PC la documentazione necessaria. Solo il Presidente di Sezione è autorizzato a chiedere i suddetti permessi ai datori di lavoro dei propri volontari. Si precisa che la concessione dei permessi è a discrezione del datore di lavoro

- Mantiene, di concerto con il CReg, i contatti con le autorità locali competenti riguardo la Protezione Civile (Comune, Provincia, Regione, Prefettura)

- Cura i contatti con gli altri Enti e con le associazioni di volontariato che si occupano di Protezione Civile nel proprio territorio

- Acquisisce, per quanto possibile, una adeguata conoscenza dei Piani di Intervento Comunali e Provinciali, curandone la diffusione presso gli iscritti della propria Sezione, e predispone le ipotesi di intervento relativamente alle emergenze che possono interessare il territorio di pertinenza

- Propone, in sintonia con il Commissario di Sezione e il Coordinatore Senior, l’inserimento nel Progetto di Sezione e nel Progetto di Clan di attività di informazione e formazione che riguardino la Protezione Civile e la sicurezza nelle attività scout, attività da effettuarsi eventualmente anche in collaborazione con altri enti ed associazioni

- Mantiene stretti contatti con il CReg

- Costituisce, ove possibile, un Gruppo di Lavoro che segua tutte le attività sopra elencate, svolgendo un ruolo di stimolo verso gli adulti della Sezione.

 

Scarica qui il documento completo (Piano Operativo per gli Interventi di Protezione Civile - Allegato 20 al Regolamento Cngei)

In caso di emergenza o calamità nazionale in cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile Settore Volontariato richieda l’intervento dei nostri volontari, l’associazione interviene attivando il Responsabile della Sala Operativa (R-SOP) che, rapportandosi con il Responsabile Nazionale di Protezione Civile (RN-PC), indica e pianifica le modalità di intervento.

Il R-SOP coordina l’intervento in stretto contatto con il Commissario Regionale della regione o delle regioni ove è avvenuto l’evento calamitoso o l’emergenza.

 

In caso di attivazione da parte delle preposte autorità locali (Regione, Provincia e Comune) l’intervento è gestito direttamente dai Presidenti delle Sezioni coinvolte, in coordinamento con il CReg e con il R-SOP.

 

Alla luce della normativa vigente è da escludere categoricamente l’intervento estemporaneo di singoli o di gruppi appartenenti all’associazione non coordinati dal CReg, dal PSez e dal R-SOP, sia per gli interventi a livello nazionale, sia per quelli a livello locale. In ogni regione le Sezioni che intendono svolgere attività di Protezione Civile sono invitate, ove possibile, ad iscriversi agli appositi archivi e albi.

 

CNGEI

Corpo Nazionale Giovani Esploratori Italiani

REGIONE LIGURIA

creg.liguria@cngei.it

3478832843